About page: come scrivere la tua pagina chi sono

Tabella dei Contenuti

come scrivere un'about page
L'about page deve mostrare l'essenza della tua attività. Scopri consigli ed errori per scriverla in modo strategico e ottimizzato SEO.

Una delle cose che faccio da sempre, ancora prima di occuparmi di copywriting e verbal identity, è andare a leggere l’about page dei siti che visito. Succede anche a te? E allora perché capita così spesso di trovare pagine prive di personalità o addirittura non trovarle?

La risposta è che spesso non si considera l’importanza di questa pagina scrivendola di fretta, senza impegno giusto perché il Web designer l’ha inclusa nel sito oppure perché non si ha la piena consapevolezza della propria essenza, ovvero di ciò che ci muove e ci porta ogni giorno a inseguire il nostro sogno lavorativo.

Dunque, come dovrebbe essere scritta?

Cos’è l’about page?

L’about page è la pagina del sito web che racchiude l’essenza dei professionisti o delle aziende. È la pagina dedicata a spiegare chi sei, cosa fai e cosa ti contraddistingue rispetto ai tuoi competitor.

Solitamente è la seconda pagina più visitata di un sito web dopo la home page e la pagina che visitano le persone dopo essersi interessati ai tuoi servizi o prodotti perché hanno bisogno di capire con chi si stanno interfacciando.

Diventa una pagina strategica quando le aziende e i professionisti riescono a mostrare che dietro la loro azienda o la loro attività ci sono una serie di valori, una storia e una personalità che li contraddistingue. Infatti, questi sono gli elementi in grado di risuonare nel cliente ideale e creare connessioni e fiducia nelle persone.

Perché la pagina chi sono o chi siamo è importante?

Come abbiamo visto l’about page è la seconda pagina più visitata del sito quindi se viene studiata e scritta strategicamente può contribuire ad aumentare le conversioni. Preciso che quando dico “strategicamente” non intendo solo dal punto di vista del marketing, ma anche dal punto di vista dello storytelling e quindi di una scrittura emozionale che permetta alle persone di entrare in connessione con te e il tuo business.

about page di calilab di gheno sara

Gli elementi chiave dell’about page

Quali sono gli elementi chiave della pagina chi sono che non devono mancare?

Parla di te, ma per loro

È vero che l’about page deve parlare di te, ma non è né il tuo diario personale né il tuo curriculum vitae. La pagina deve essere studiata per mostrare come puoi risolvere i problemi del tuo cliente ideale attraverso la tua esperienza e quella che è stata la tua storia.

Alla persona non interessa sapere quanti corsi hai fatto e la lista delle aziende con cui hai lavorato, quelle mettile nella pagina del tuo portfolio. Chi clicca sull’about page vuole scoprire il tuo punto di vista, vuole capire come pensi e che valori ti muovono.

Mostra chi sei

Come abbiamo detto, deve racchiude l’essenza della tua attività, ma prima è necessario averla ben chiara. Prenditi del tempo per comprendere gli elementi che ti contraddistinguono per riuscire a riportarli sulla tua pagina.

Non dimenticare anche di dire il tuo nome e includere una foto per permettere alle persone di riuscire a collegare le tue parole e i tuoi servizi a un volto.

Il tuo manifesto nell’about page

Credo che sia molto utile e di impatto includere il tuo Brand Manifesto nella tua about page perché spiega molto chiaramente quelli che sono i punti cardinali del tuo business. Infatti, racchiude i tuoi valori, pezzi della tua storia e il tuo punto di vista: proprio quello che sta cercando la persona.

Curiosità: connettiti alle persone

Per connetterti ancora meglio con le persone puoi anche decidere di includere una piccola sezione raccontando alcune curiosità su di te che ti caratterizzano. Le persone amano le storie vere e autentiche e saranno più propense ad affidarsi a te se condividono pezzetti della loro vita con te.

sezione curiosità nella pagina chi sono

L’about page non vende: assolutamente falso!

Una cosa che ho sentito dire è che la pagina chi sono non porta a conversioni, ma è sbagliato! Se le persone vanno a vedere l’about page proprio dopo aver guardato la home page o la pagina servizi è per decidere se sei la persona giusta per loro. Dunque, questa pagina ha davvero la forza e la potenza di segnare l’ultimo rigore e trasformare l’utente in cliente. Però, solo se non dimentichi di includere una CTA!

Chiudere la pagina con una CTA che rimanda ai tuoi servizi o alla pagina contatti aumenterà il tasso di conversione perché le persone saranno spinte a tornare alla navigazione del tuo sito e concludere la loro scelta.

3 errori ricorrenti nelle about page

Abbiamo visto gli elementi indispensabili per scrivere un’about page strategica e coinvolgente. Ora, invece, ti mostro i 3 errori più comuni che ho riscontrato in questa pagina.

#1 Non è una pagina curriculum

Liste di corsi, master, esperienze di lavoro. Ho visto delle pagine chi sono che potrebbero davvero essere dei curricula da mandare per candidarsi a un lavoro. Questo tipo di pagina non porta a nessun risultato se non l’uscita dal sito da parte dell’utente.

Ma se mi espongo posso non piacere a tutti!

Proprio così ed è questo quello che dovrebbe essere l’obiettivo di un’about page. Attrarre solo le persone che si sentono a noi affini ci aiuterà a lavorare meglio e in modo più stimolante.

#2 Non stai dando inchiostro alla tua voce

Il secondo errore è uno di quelli comuni anche nelle altre pagine di alcuni siti: una totale mancanza di personalità. Lavorare sulla tua identità verbale; quindi, anche sul tuo tono di voce ti renderà riconoscibile anche nelle parole che utilizzi e ti farà scegliere dalle persone.

Come puoi capire se i testi non stanno veramente parlando di te o del tuo business? Se al suo interno ci sono le classiche formule vuote, ovvero i classici plasticismi come:

  • Leader del settore;
  • Servizio a 360°;
  • Azienda dinamica;
  • Ecc.

#3 Non hai inserito una CTA

Come abbiamo visto, la CTA a fine pagina è essenziale per riportare la persona già interessata ai nostri servizi a tornare a fare le sue valutazioni. Quando questa manca il rischio è quello di portare la persona a chiudere il suo percorso di acquisto rischiando di perdere la conversione da utente a cliente.

L’about page deve essere SEO?

Come SEO Copywriter non potevo non parlarti della SEO nell’about page. Devo scrivere in modo SEO-friendly o mi lascio trasportare dalle emozioni?

La risposta sta nella via di mezzo. Un sito è ottimizzato SEO quando tutte le pagine lavorano bene a livello SEO. Dunque, è bene che anche la pagina chi sono sia ottimizzata, ma senza perdere l’importanza della scrittura emotiva. Questo perché è una pagina importante per il sito web, in quanto fornisce informazioni sulla storia, i valori e i prodotti o servizi offerti dall’azienda o dal professionista.

Infatti, una about page ben scritta e ottimizzata per i motori di ricerca può aiutare il sito web a migliorare il suo posizionamento nelle SERP, rendendolo più facilmente visibile agli utenti che cercano informazioni su un determinato argomento.

Consigli per scrivere una about page SEO-friendly

Scegli le parole chiave giuste attraverso una ricerca di mercato e dei competitor. Quando scrivi la tua about page, assicurati di scegliere le keyword che sono rilevanti per il tuo sito web e il tuo settore utilizzando Google o dei tool SEO.

Dopo aver trovato quella migliore per ogni pagina, inizia a scrivere includendola nel testo, ma tenendo sempre a mente quanto sia importante creare connessioni ed emozionare le persone.

Per renderla SEO fiendly assicurati anche di ottimizzare il titolo e la meta description includendo la parola chiave.

Infine, non dimenticarti di aggiungere link interni perché migliorano il PageRank del tuo sito web.

Scrivere l’about page può non essere semplice perché all’empatia e alle emozioni è necessario unire l’autorevolezza e un pizzico di tecnica di scrittura SEO. Per far questo in autonomia è assolutamente necessario conoscere la propria identità verbale e il proprio tono di voce. Definire questi elementi ti permetterà di scrivere la tua pagina chi sono senza parole vuote e senza rischiare di non mostrare veramente chi sei e cosa hai da offrire come soluzione ai bisogni delle persone.

Se vuoi una guida che ti accompagni non solo nella scrittura dell’about page, ma in tutta la tua comunicazione, scopri il mio servizio Amplificastoriemanuale dell’identità verbale per Personal Brand.

Se invece hai bisogno della mia penna per dare inchiostro alla tua voce, posso scrivere per te i testi del tuo sito facendo risuonare la tua comunicazione, ma strizzando l’occhio ai motori di ricerca.

Tabella dei Contenuti

Sara Gheno

Sono Sara Gheno e mi occupo di strategie di comunicazione e identità verbali. Compongo parole che permettano a Brand e Personal Brand di amplificare i loro valori e la loro personalità affinché riescano a intercettare il loro cliente ideale e i motori di ricerca. Li aiuto a trovare la loro frequenza attraverso una comunicazione armoniosa, onesta e rispettosa e do inchiostro alla loro voce.

Ultimi articoli: