BLOG ECOMMERCE: fatti trovare per aumentare le vendite

Tabella dei Contenuti

aumentare le vendite con blog ecommerce
Scopri i vantaggi, gli errori più comuni e gli step per costruire un blog ecommerce di successo e aumentare le vendite online del tuo sito.

Se hai uno shop online e non sei completamente soddisfatto del numero di clienti e delle vendite, forse non stai sfruttando un’importante strategia di digital marketing: il blog eCommerce! In questo articolo potrai scoprire tutti i vantaggi, i rischi e gli step per costruire un blog che ti permetta di essere trovato online e di conquistare nuovi utenti.

Cos’è un Blog per eCommerce?

Partiamo dal dire che il Blog è un sito in continuo aggiornamento grazie ai contenuti che vengono inseriti al suo interno. Dunque, un diario personale?

DIPENDE!

Ti piace scrivere e vuoi sfogarti nelle pagine digitali per divertimento o passione? Ok, allora il Blog sarà il tuo diario.

Vuoi farti trovare, aumentare i clienti e le vendite? Allora qui stiamo parlando di strategia di marketing!

Il Blog eCommerce rientra in questa ultima categoria in quanto diventa un ottimo strumento per intercettare le richieste degli utenti su internet e conquistarli!

Prima di aprire un Blog, però, è fondamentale conoscere i pilastri che stanno alla base di questo strumento: condivisione, comunicazione e conversazione.

Infatti, il Blog non risponde alla diretta necessità di vendere il proprio servizi o i propri prodotti, ma di rispondere alle necessità di chi ci legge. Ti assicuro che l’aumento di clienti e delle vendite sarà una naturale conseguenza se viene fatto un buon lavoro.

Sottodominio o directory?

Bene, hai deciso di aprire il tuo Blog eCommerce e ora?

Le strade da poter percorrere sono due: sottodominio o directory?

Il sottodominio è quasi un sito a sé, ovvero un dominio che si dirama dal sito principale.

La directory, invece, è una “sottocartella” del dominio, ovvero è sempre parte del sito web principale ed è associata al nome del dominio.

Come dice Search Engine Journal, non c’è una soluzione migliore in quanto dipende dagli obiettivi del Brand e da fattori SEO. È bene ricordare, però, che Google tratta i sottodomini come siti a parte; dunque, il mio consiglio è quello di creare il blog eCommerce nella directory del proprio dominio.

Infatti, in questo modo gli utenti che intercetterai attraverso gli articoli del Blog potranno visitare il sito e i tuoi servizio e/o prodotti in modo molto più semplice e intuitivo.

Inoltre, porterai tutto il sito ad aumentare di autorevolezza e keyword.

directory o sottodominio

Blog eCommerce: 6 vantaggi

Ora che abbiamo definito i noiosi lati tecnici, trattiamo la parte interessante!

Perché scegliere di avere un blog nel proprio eCommerce? Ti riassumo i vantaggi in 6 punti.

#1: intercetti nuovi clienti

Ogni minuto di ogni giorno vengono effettuate 5,7 milioni di ricerche online. Il 70% di queste sono con intento informazionale. Questo significa che le persone cercano soluzioni alle loro domande, non direttamente servizi o prodotti.

Dunque, se il tuo eCommerce è caratterizzato solo da pagine transazionali, ovvero di vendita, riuscirai ad intercettare solo 3 persone su 10.

Se decidi di aprire un Blog eCommerce che mette al primo posto i bisogni delle persone, riuscirai a conquistare anche le rimanenti 7 persone!

#2: aumenti l’autorevolezza del tuo sito

Il blog permette al tuo sito di ricevere link in entrata, migliorarne il posizionamento e di conseguenza anche di aumentarne le visite.

Questi 3 fattori sono determinanti agli occhi di Google per il posizionamento nei primi risultati della SERP. Infatti, ti basti pensare che il sistema con cui i quality raters di Google valutano i contenuti online si chiama EEAT.

No, non ho scritto “mangiare” in inglese in modo errato!

EEAT è l’acronimo per Experience, Expertise, Authoritativeness, Trustworthiness, cheparlando la nostra lingua significa Esperienza, Competenza, Autorevolezza, Affidabilità.

Dunque, i contenuti che andiamo a “dare in pasto” ai motori di ricerca dovranno essere scritti da persone con esperienze reali e competenze sull’argomento che stanno trattando. Inoltre, verranno valutati positivamente tutti i siti riconosciuti come autorevoli; quindi, degni di fiducia.

Come fa a capire Google che siamo autorevoli? L’argomento è ben complesso, ma per renderla semplice: se gli utenti troveranno utili i tuoi articoli continueranno a sceglierti per informarsi sull’argomento, condivideranno i tuoi contenuti e porteranno altre persone a visitare il sito.

#3: Brand Awareness

Nel punto precedente abbiamo capito quanto sia importante agli occhi di Google l’autorevolezza. Per rafforzarla è necessario puntare sul proprio personal Brand.

È importante assicurarsi di essere coerenti in tutti i principali aspetti legati al Brand che saranno presenti nel tuo blog:

  • Verbal Identity: il modo in cui comunichiamo deve rispettare la personalità e il tono di voce del Brand;
  • Visual identity: l’aspetto visivo deve essere riconoscibile e riconducibile al Brand;
  • Brand Values: i valori che guidano il Brand dovranno essere la bussola della tua rotta.

#4: Customer care

Il blog eCommerce può essere un ottimo aiuto nell’assistenza alla clientela. Infatti, gli addetti al customer care potranno rispondere alle email o alla chat online rimandando gli utenti ad alcuni articoli che rispondono alle loro necessità.

Inoltre, diventa uno strumento utilissimo anche in caso di chatbot!

#5: Sito aggiornato

Chi ama la polvere? Nessuno, tantomeno lo zio Google!

Il blog ti permette di mantenere sempre aggiornato il sito arricchendolo di contenuti utili e nuovi. Ti assicuro che questo è molto apprezzato dai quality rater dei motori di ricerca.

#6: Lead Generation

Siamo arrivati all’ultimo punto della nostra lista: la generazione di contatti.

Infatti, inserendo dei pop up o dei form all’interno degli articoli del tuo blog eCommerce ti sarà possibile invitare le persone lasciare il loro contatto per la newsletter o per ricevere un lead magnet.

Parlando direttamente alle persone attraverso la newsletter avrai la possibilità di aumentare l’autorevolezza e la conoscenza del tuo Brand e conquistare la fiducia delle persone.

Piccolo consiglio importante: evita di usare i pop up a tutta pagina e all’apertura dell’articolo perché è una tecnica penalizzata da Google.

vantaggi del blog ecommerce

Quali sono gli errori più comuni nella creazione del Blog per eCommerce?

Ti è venuta voglia di aprire subito il tuo blog?

Aspetta un attimo perché cadere negli errori più comuni è molto facile e il rischio di rendere il proprio blog in un flop è dietro l’angolo.

Ma ci sono qui io per aiutarti!

Ecco i 3 principali errori che ho riscontrato davvero spesso nei blog eCommerce:

  • Non partire dal proprio Brand: prima di scrivere serve una strategia. Questa deve riflettere i tuoi obiettivi, la personalità e i valori del tuo Brand. Se non tieni in considerazione questo continuerai a girare a vuoto (come il cane che si morde la coda!);
  • Canibalizzazione delle keyword: quando si ha a che fare con tante pagine e tanti articoli o servizi è molto facile cadere in questo errore. Non basta scegliere parole chiave diverse per ogni pagina, ma sarà necessario analizzare gli intenti di ricerca e assicurarsi di non creare più articoli che si facciano concorrenza a vicenda nella SERP;
  • Non scrivere in ottica SEO: un blog senza SEO è come un cielo senza stelle! Non ha senso scrivere senza tenere presente le tecniche di SEO copywriting perché sprechi risorse e tempo in quanto i risultati non saranno mai massimizzati.

Perché il Blog fa parte della strategia di Digital Marketing di un eCommerce?

Partiamo dal definire cos’è un ecosistema di digital marketing: la somma di tutte le tattiche che metti in gioco per essere presente online lungo tutto il buyer journey dell’utente. Questo significa accompagnare l’utente da quando conosce il tuo Brand fino a quando diventa tuo cliente.

È possibile individuare 4 pilastri nella strategia di Digital Marketing:

  • Email marketing;
  • Blog e SEO;
  • Social media marketing;
  • Advertising.

Ovviamente, io mi soffermo sul secondo!

Il blog eCommerce è vantaggioso e dovrebbe essere parte del tuo piano di marketing perché ti permette di creare contenuti che puoi riutilizzare in modo sostenibile sugli altri canali.

Step per costruire il Blog eCommerce

Ora che abbiamo capito i vantaggi e gli errori non ti resta che seguire i miei step per costruire il tuo blog di successo!

Pensa agli obiettivi

Un blog non è una strategia se non parte dagli obiettivi. Dunque, prima di aprire un Blog e pentirtene dopo una settimana, prenditi del tempo.

Per capire se sei pront* prova a rispondere a queste domande:

  • Il tuo Brand ha una personalità e una comunicazione verbale riconoscibile?
  • Hai degli obiettivi precisi e reali?
  • Ti è chiara la mission, vision e i valori del tuo Brand?

Se hai risposto no ad almeno una di queste domande, forse potrebbe interessarti il percorso di personal Brand & identità verbale che sto ideando. Puoi lasciarmi i tuoi dati per ricevere tutte le info non appena sarà pronto per il lancio!

Individua il tuo target

Qualcuno deve leggere i tuoi contenuti; dunque, è importante che questi siano scritti per rispondere alle esigenze delle tue reader personas.

Infatti, queste sono dei personaggi inventati che, però, rispecchiano le caratteristiche, i sogni, le paure e le ambizioni di chi leggerà il tuo blog eCommerce.

Scrivere rivolgendoti alle tue reader personas ti permetterà di toccare le corde emozionali degli utenti che vuoi intercettare e conquistarli.

Costruisci un piano editoriale Blog

Ora sei pronto a ideare un piano editoriale Blog che contenga le kw migliori, gli argomenti da trattare, le categorie e i tag corretti.

Solo in questo modo potrai assicurarti di seguire la rotta per raggiungere i tuoi obiettivi.

Dai inchiostro alla tua voce

Assicurati di esprimere la personalità del tuo Brand e il suo tono di voce per renderti riconoscibile e farti scegliere per ciò che ti differenzia.

Il Blog deve esprimere tutte le sfumature del tuo Brand per mostrare la tua unicità e il tuo valore!

Non dimenticarti di scrivere in ottica SEO per conquistare anche Google oltre agli utenti.

Ricorda la SEO! Non mi stancherò mai di ripeterlo come un mantra.

Sicuramente devi scrivere i tuoi articoli pensando agli utenti, ma devi anche riuscire a conquistare l’attenzione dei motori di ricerca per scalare la SERP.

Puoi leggere come farlo nel mio articolo BLOG POST: ChatGPT scansati, io punto sull’originalità!

CTA

Infine, accompagna gentilmente l’utente a compiere un’azione perché sarebbe un’occasione persa chiudere il tuo articolo senza una CTA. Ovviamente, questa dovrà essere coerente all’argomento del tuo articolo.

step per costruire un blog ecommerce

Esempi di eCommerce di successo con Blog

Vorresti avere degli esempi di eCommerce di successo che sfruttano il potenziale del Blog?

  1. Veralab: Cristina Fogazzi, conosciuta anche come “l’estetista cinica”, oltre a essere un grande esempio di personal branding è pure la founder di uno degli eCommerce di più grande successo. All’interno del sito VeraLab potrai trovare il suo Blog sotto il nome di “Magazine” che porta ogni giorno nuovo traffico organico e conversioni al sito;
  2. Bamboom: un negozio di vestiti per bambini che con gli articoli riesce a intercettare le ricerche informazionali delle persone e portare maggiori visite al sito;
  3. Arcaplanet: attraverso il loro Blog rispondono alle domande dei padroni degli animali e accrescono traffico e vendite online.

Questi sono solo 3 esempi di blog eCommerce di successo, ma ti assicuro che ce ne sono tantissimi altri!

Aumentare le vendite online partendo dai contenuti

Il 56% dei marketer che sfruttano il blogging afferma che è efficace e il 10% afferma che genera il massimo ritorno sull’investimento. (Ricerca sul blog HubSpot , 2021).

Certamente, se le tecniche SEO vengono applicate correttamente possono aiutarti a scalare la SERP, ma da sole non bastano. Ti faccio un esempio per rendere tutto più chiaro: immagina di andare in pasticceria e vedere un gigante bignè. La prima immagine che ti viene in mente è il suo interno pieno di crema o cioccolato (de gustibus non disputandum).

Bene, lo acquisti, arrivi a casa, lo addenti e dentro è mezzo vuoto.

Una delusione, vero?

Ecco, questa è la sensazione degli utenti quando cliccando nei primi link non trovano contenuti di valore e pensati per le persone.

Vuoi essere il bignè pieno o vuoto?

La creazione di un piano editoriale che parte dalla personalità del tuo Brand, i tuoi valori e i tuoi obiettivi è il punto di partenza per differenziarti nel mondo digitale. Vuoi parlarmi del tuo progetto davanti un caffè e un bignè digitali?

Tabella dei Contenuti

Sara Gheno

Sono Sara Gheno e mi occupo di strategie di comunicazione e identità verbali. Compongo parole che permettano a Brand e Personal Brand di amplificare i loro valori e la loro personalità affinché riescano a intercettare il loro cliente ideale e i motori di ricerca. Li aiuto a trovare la loro frequenza attraverso una comunicazione armoniosa, onesta e rispettosa e do inchiostro alla loro voce.

Ultimi articoli: